Bora e scirocco (jugo) – la storia dei venti della Dalmazia

Se viaggiate in Dalmazia, dovete comprendere il vento che lì soffia. Molti dalmati credono che il tipo di vento influisce sull’umore, la salute, la produzione del cibo, e che può addirittura costringere le persone a commettere crimini. I due tipi di venti che dovete conoscere in Dalmazia sono la bora e lo scirocco (jugo in croato), ossia il vento del nord e il vento del sud.

Bora

La bora in Croazia è sinonimo di forza, proprio come Borea della mitologia greca – dio dell’inverno e del vento del nord che si è innamorato della principessa ateniese Orizia. Insoddisfatto, perché non era riuscito a sedurla, Borea si arrabbiò, rapì Orizia e la sposò. Un vero gentiluomo, questo Borea.

Forza violenta

La bora anche oggi sa essere potente, e le tempeste che l’accompagnano possono causare la chiusura delle strade, costringere marinai e traghetti a rimanere nei porti, strappare alberi dal terreno e soffiare via tegole dai tetti. Questo vento può raggiungere la velocità di 220 km/h (136 miglia all’ora).

La bora viene dal nord, come catapultata dalle Alpi Bebie (Velebit) verso il mare Adriatico. È un vento secco e freddo ed è la ragione per cui anche una giornata di sole senza l’ombra di una nuvola può essere fredda. Se fuori c’è il sole, e voi avete freddo – è colpa della bora. È più frequente nei mesi invernali, ma può soffiare in ogni periodo dell’anno.

Esistono due tipi di bora, chiara e scura. La bora chiara è più frequente ed è accompagnata da cielo sereno. Ma ogni tanto soffia la bora scura, accompagnata da – avete indovinato? – nuvole scure che si raccolgono sulle cime delle montagne e si muovono verso il mare, portando la pioggia.

Vista del tramonto dall’Importanne Hotels & Resort a Ragusa

Ripulisce il cielo, rischiara la mente

In Dalmazia il cielo sa essere ricoperto di una nebbiolina che rende le isole quasi invisibili, e quando la bora soffia, ripulisce tutto il cielo. La bora è famosa non solo perché ripulisce il cielo, ma anche perché le persone dopo la tempesta si sentono fisicamente ed emozionalmente meglio, come se la bora avesse rischiarato le loro menti.

Bora marzolina – dicono che l’estate sarà calda e stabile se la bora soffia tre volte nel mese di marzo.

Scirocco (jugo)

JugLo scirocco è un vento umido, di solito accompagnato da nuvole scure e tempeste di pioggia. Soffia dal sud, dalle isole verso la terraferma.

Dato che i dalmati amano il sole, non preferiscono lo scirocco. Causa depressione, dolori nel corpo e irritabilità. In questa parte del mondo, così unica, lo scirocco è un buon motivo per comportarsi in questo modo malinconico. Nella storia le persone che hanno commesso un crimine quando soffiava lo scirocco hanno usato questo fatto in loro difesa.

Dipendentemente da con chi parlate in Dalmazia, spesso sentirete storie leggendarie di persone che hanno evitato sanzioni perché hanno usato lo scirocco come argomento di difesa. Durante la Repubblica di Ragusa (Respublica Ragusina), era in vigore una legge particolare che disponeva che quando soffia lo scirocco non si devono tenere sedute, né prendere decisioni né adottare leggi. Anche i crimini commessi quando soffiava un forte scirocco erano visti con più clemenza. Fortunatamente, questi giorni appartengono al passato.

Vista dalla passeggiata sulla penisola Lapad vicino all’Importanne Resort di Ragusa

Tereza Buconić, la famosa scrittrice croata ha riassunto la storia dello scirocco scrivendo: “Non ami neanche te stesso quando soffia lo scirocco, come potresti allora decidere degli altri con la mente offuscata!”